Pro Loco


Inizialmente si chiamavano Comitati di cura o Società di abbellimento e secondo alcuni studi hanno un’origine strettamente legata alle Badìe, gli antichi gruppi a cui le comunità demandavano in passato la gestione delle festività collettive. Già allora la diffusione di queste associazioni era rilevata in tutta Italia e nel resto d’Europa.

Le Pro Loco oggi


Questa situazione si rispecchia anche al giorno d’oggi: in Italia attualmente le Pro Loco riconosciute sono oltre seimila e le attività che svolgono afferiscono a diverse sfere d’intervento turistico, sociale, culturale e sportivo.Frequentemente le Pro Loco si riferiscono alla Municipalità in cui hanno sede, ma ciò non rappresenta una condizione essenziale per la loro esistenza. Infatti spesso in un solo comune sono presenti più Pro loco, soprattutto nel caso di comuni con una superficie particolarmente estesa e con una conformazione territoriale caratterizzata dalla presenza di borgate e frazioni (o quartieri, nel caso delle città più grandi).Tendenzialmente si tratta di un fenomeno associativo che riguarda in prevalenza i centri piccoli o medi.

Le attività


Particolare rilievo rivestono per lo sviluppo delle attività turistiche, in particolare per quel che concerne i prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locale, le tradizioni popolari, la tutela e la salvaguardia dei patrimoni storico-artistici, architettonici, culturali e ambientali.

Gli organi


L’organo rappresentativo è l’Assemblea dei soci composta da tutti i soci. L’Assemblea elegge il Presidente e ha funzioni consultive e deliberative.L’organo amministrativo principale è il Consiglio di Amministrazione eletto dai soci tesserati e rinnovato secondo le direttive dello Statuto sociale. Gli altri organi sono rappresentati dai Revisori dei conti e dal Collegio dei probiviri.

L'UNPLI


L’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), con quasi 6.000 Pro Loco iscritte e oltre 600.000 soci, costituisce dal 1962, anno della sua fondazione, l’unico punto di riferimento a livello nazionale di queste Associazioni. L’UNPLI si avvale di una struttura radicata e capillarmente presente sull’intero territorio nazionale ed è impegnata nella costruzione di una rete di relazioni con tutti i principali interlocutori di tipo istituzionale, imprenditoriale e con le più importanti realtà dell’associazionismo e del volontariato. L’UNPLI vede oggi ampiamente riconosciuto e valorizzato il proprio ruolo sociale da parte del Ministero della Solidarietà Sociale, del Ministero dei Beni Culturali, da quello degli Interni e dalla Presidenza del Consiglio, con i quali intrattiene continui e fruttuosi rapporti di collaborazione. Per quanto riguarda il mondo delle imprese, l’UNPLI lavora in partenariato con importanti realtà italiane ed internazionali. Con riguardo infine alle relazioni nell’area del volontariato e dell’associazionismo, è di grande prestigio e di fondamentale importanza la stretta collaborazione instaurata con ANCI, sancita dal Protocollo d’Intesa del 2003. Sempre nell’ambito del no-profit, la partecipazione all’Osservatorio Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale ed al Forum Nazionale del Terzo Settore consente di beneficiare di piattaforme comuni di riflessione-collaborazione nonché di un continuo scambio di informazioni con tutte le maggiori Associazioni italiane del settore, tale obiettivo è stato raggiunto grazie all’iscrizione nel Registro Nazionale istituito dalla Legge 383/2000. L’UNPLI si divide in: 20 Comitati Regionali ( uno per ogni Regione ) 104 Comitati Provinciali, composti da oltre 6000 Associazioni Pro Loco, per un totale di circa 600.000 Associati

Sono stati inoltre creati, per dare vita e controllo gestionale a progetti ed eventi di respiro nazionale, 8 dipartimenti; Responsabili di queste attività sono i componenti della Giunta Nazionale che unitamente al Presidente dell’UNPLI Claudio Nardocci, realizzano quanto stabilito dai programmi annuali e pluriennali.

- Dipartimento delle Politiche Sociali, Giovanili e Scolastiche - Dipartimento SIAE, Fisco, Leggi e Statistiche - Dipartimento Cultura, Territorio e Innovazione - Dipartimento Organizzazione – Dipartimento Sviluppo Circoli ed Attività Economiche - Dipartimento Servizio Civile e Formazione - Dipartimento Progetto Borgo d’Italia - Dipartimento Editoria, Comunicazione e Iniziative Europee

Le iniziative dei singoli Dipartimenti danno spesso luogo a momenti di aggregazione e alla produzione di strumenti di comunicazione orientati sia verso gli Associati che verso i partecipanti agli eventi, le cui finalità sono principalmente la promozione turistica e la valorizzazione del territorio italiano, dei tesori artistici e culturali, la degustazione e promozione dei prodotti tipici italiani, la promozione delle tradizioni d’Italia.

© Copyright Pro Loco Cervinara - Powered by Emanuele La Russa